Info e contatti

Facebook:  nonvipaghiamo

 

Twitter:  @nonvipaghiamo

17 Responses to Info e contatti

  1. Ing. Cane says:

    Gent.le Comitato,

    posso chiederVi che fine ha fatto l’App “Fake ATAC” e perché non utilizziamo la tecnologia per fotterli, dal basso? Non credete sia opportuno seguire questa strada e divulgare il più possibile le falle in quest’area, in modo tale da non pagare la costosa Metro a Roma?!

    Cordiali Saluti,
    l’Ing. Cane

  2. Nuntepago says:

    Ciao. Il 1 settembre saremo al Renoize, una festa che ricorda Renato Biagetti, ucciso dai fascisti nel 2006, e avremo un nostro banchetto là quindi se passi troverai anche un po’ di materiale. La festa è al parco Schuster, basilica san paolo!

  3. riccardo says:

    salve, a me servirebbero un po di adesivi (noi non vi paghiamo) da distribuire nelle fermate e stazioni metro

  4. Fabian says:

    Ottima iniziativa, dobbiamo farci sentire e cambiare questo paese e questa città che sembrano senza speranze! Non ci arrenderemo mai!!

  5. Nik says:

    Grazie gente! Questo comitato getta uno sprazzo di speranza per questa capitale di un paese demmerda. Ci vediamo martedì al Volturno…
    Nik

  6. Nuntepago says:

    Grazie mille! Prenderemo i contatti

  7. Mg says:

    Ecco il link che riunisce le iniziative della lotta contro il carobiglietti e/o per la gratuità dei trasporti pubblici nei diversi paesi del mondo!
    http://freepublictransports.com/

    qui invece il colletivo belga: http://cst.collectifs.net/sommaire.php3

    e qui un’interessantissima conversazione radio (in fr) tra i militanti di RATP (che è come l’atac romana, però di Parigi, diventato in questo caso: Réseau pour l’Abolition de Trasports Payants):
    http://www.zonesdattraction.org/spip.php?article121

    grazie!

  8. roberto says:

    @nuntepago, ok vengo martedì. purtroppo domani non posso. vengo verso le 19 il 5 giugno.

  9. Giorgia says:

    Ciao ragazzi,la vostra iniziativa mi interessa parecchio e volevo proporvi una cosa..conosco una ragazza che lavora che in un’emittente radio e volendo potrebbe offrirvi un’intervista:)
    Tempo fa le avevo detto che avevo intenzione di fare qualcosa di concreto per la situazione che tutti conosciamo,e lei si era offerta di fare un’intervista al gruppo che le avrei presentato..
    Più ci facciamo sentire e meglio è,devono avere paura della gente!!
    Fatemi sapere tramite mail!!!!!
    Giorgia

  10. Nuntepago says:

    sì ci saranno gli adesivi oggi!

  11. Massimiliano says:

    Ciao ragazzi, oggi sarò alla manifestazione in Via Prenestina. Volevo sapere se avete degli adesivi, in modo che si possono attaccare da tutte le parti! Io comunque farò delle fotocopie, in modo da poi attaccarle alle entrate della metro. E se ci riesco anche all’interno delle fermate! Ci vediamo li alla protesta.

  12. Roberto says:

    Grandi ragazzi sono contento che ci sia ancora qualcuno che abbia voglia di lottare oggi sulla roma-lido ho trovato il vostro adesivo e appena sono tornato a casa sono andato subito a vedere , ottime proposte domani cercherò di essere dei vostri per la manifestazione cerco di scappare dalla lezione prima e vi raggiungo.

  13. Nuntepago says:

    Ciao Roberto,
    La tua proposta è indubbiamente interessante, e ci fa molto piacere che in città stiano emergendo nuove idee. Noi siamo un’assemblea autorganizzata che si riunisce ogni martedì dalle 17 alle 20 al Volturno occupato in via Volturno 36. Perché non passi e ne discutiamo insieme?

  14. roberto says:

    ciao mi chiamo roberto e faccio parte di un’associazione che si chiama greenager. vi scrivo perché vorrei proporvi una campagna contro l’innalzamento del prezzo del biglietto dell’Atac. L’idea è quella di affiancare alla vostra inziativa di scavalcare i tornelli (che potrebbe avere ripercussioni legali e soprattutto potrebbe non essere facilmente praticabile per donne, anziani, ecc.) un’altra azione. stampare degli adesivi (ci accolleremo anche noi la spesa) con su scritto: “Ti do un passaggio” da apporre sui cofani delle macchine e da distribuire a chi voglia metterlo sulla propria macchina. in basso poi aggiungere in piccolo “campagna contro l’aumento del biglietto ATAC”. Negli anni ’70, a Heidelberg, un gruppo di studenti fece una cosa simile: in meno di sei mesi, l’azienda dei trasporti pubblici revocò l’aumento. può funzionare, costa poco, secondo me vale la pena provare.
    facciamo questa cosa insieme, dividiamoci le spese di stampa e il compito di distribuire gli adesivi. uniamo le forze. fatemi sapere.
    ciao
    Roberto
    robbierisica@hotmail.com

  15. Tarti says:

    Ciao a tutt*,
    ero a Roma due settimane fa e con gioia ho visto i vostri adesivi su un autobus. In Svezia c’é un progetto simile al vostro. Anche li di base c’é il rifiuto e/o l’impossibilità di pagare il biglietto (79 euro/mese), il gruppo Planka.nu ti offre la possibilità di pagare 10 euro al mese (50/6 mesi) in una cassa comune (comodamente sul loro conto via internet), si viaggia senza biglietto e in caso di multa la spedisci a loro che la pagano con la cassa comune. Sono molto in gamba e ormai una figura pubblica nel dibattito della città. Questo il loro sito http://planka.nu/eng/ Se vi interessa contattarli fatemi sapere, li conosco personalmente. Saluti e in bocca al lupo per venerdí!

  16. p says:

    magari potremmo raccogliere le varie proposte su questo sito, sulla pagina facebook o-ancora meglio-al volturno dove ci vediamo ogni martedì dalle 17 alle 20, e costruire qualcosa di più efficace.. se ti va passa!

  17. kira says:

    ma pensate di organizzare un’associazione come in spagna? bisognerebbe farlo anche noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *